Informativa estesa sui Cookie: questo sito fa uso di Cookie tecnici e di terze parti, non fa uso di Cookie di profilazione. ACCETTO LEGGI
/
Accedi Registrati

Raccordatura tubi

Oleodinamica Palmerini è centro di raccordatura tubi oleodinamici e idraulici, in grado di raccordare qualsiasi tipologia di tubo:
dal microtubo fino a tubi da 2 ".

Eseguiamo raccordature sui seguenti tipi di tubi: spiralati, trecciati, termoplastici, tubi vapore, tubi per idropulitrice, tubi in gomma per aria - carburanti - olio, tubi per aspirazioni, tubi radiatori, tubi per solventi.

Siamo in grado di effettuare esecuzioni speciali, risolvendo così il problema del mancato reperimento di prodotti fuori listino, contenenedo i costi e garantendo la massima sicurezza del lavoro grazie alla fase di collaudo.

Grazie al nostro servizio di raccordatura express al banco, presso la nostra sede di Perugia, in soli 10 minuti potrete avere il vostro tubo a campione pronto.

Procedura di raccordatura tubi

La raccordatura di un tubo oleodinamico viene effettuata seguento fasi di lavoro specifiche

1

Scelta del tubo:  il primo passo, apparentemente banale ma indispensabile, è la scelta del tipo di tubo, di boccola e raccordo, che dovranno essere scelti sulla base della finalità dell'intervento da eseguire.

2

Misurazione e taglio del tubo:  per questa fase è indispensabile tenere conto della misura finale necessaria, in quanto vanno considerati i raccordi e le variazioni di lunghezza del tubo a seguito della sua pressatura. Grazie alle due diverse linee di taglio riusciamo ad eseguire tagli in serie su quantità di tubi molto elevate.

3

Innesto boccola e raccordi:  fase di assemblaggio della boccola al raccordo.

4

Pressatura del raccordo sul tubo flessibile:  grazie ai macchinari Finpower FP120 e IMM viene eseguita la pressatura del raccordo sul tubo flessibile, facendo attenzione che la ghiera e l'inserito siano correttamente inseriti.

5

Pulizia del tubo ed imballaggio:  l'ultima fase della raccordatura è quella della pulizia del tubo effettuata tramite aria compressa o specifici fluidi solventi. Prima della messa in opera del tubo devono essere rimossi tutti i detriti della lavorazione.

Terminologia raccordi e tubi flessibili

La selezione della giusta combinazione di raccordi e tubi flessibili rappresenta generalmente l’ultima fase della progettazione di un sistema idraulico, la cui importanza viene spesso sottostimata.
La corretta combinazione di raccordi e tubi flessibili è tuttavia fondamentale per il funzionamento e per una prolungata durata in servizio dell’intero sistema.
Il presente manuale tecnico e il catalogo hanno lo scopo di fornire una guida per la corretta selezione dei raccordi e dei tubi flessibili ed evidenziano l’importanza degli aspetti legati alla sicurezza in relazione all’utilizzo di tubi assemblati sul campo.

Tubo flessibile

Generalmente, un tubo flessibile in gomma è costituito da un tubo interno in gomma sintetica estruso, che ha il solo scopo di contenere i fluidi trasportati all’interno del tubo.
La natura elastomerica della gomma richiede l’utilizzo di uno strato di rinforzo avvolto o attorcigliato intorno al tubo per consentire il mantenimento della pressione interna.

Gli strati possono essere in fibra tessile o acciaio (o entrambi).
Per proteggere gli strati interni del tubo dalle varie condizioni ambientali, esiste un rivestimento esterno in gomma sintetica estruso intorno al rinforzo.

Tubi assemblati e installazione

La combinazione di raccordi e tubi flessibili, che crea un tubo assemblato, rappresenta un processo fondamentale che richiede l’esecuzione da parte di personale tecnico specializzato in grado di attenersi alle rigide istruzioni di assemblaggio.
Un assemblaggio di raccordi eseguito impropriamente può determinare la separazione dei tubi e causare gravi lesioni a persone o danni ai componenti in seguito all’agitazione dei tubi o provocare incendi ed esplosioni di vapori fuoriusciti dai tubi.
Il tubo assemblato deve funzionare entro i limiti specificati per un’operatività sicura e una lunga durata in servizio. Tali limiti sono definiti in questo catalogo e sono conformi agli standard normativi e delle organizzazioni istituzionali, nonché alle specifiche ISO 17165-2, SAE J1273 o EN982.

Pressione di esercizio

La selezione di raccordi e tubi flessibili deve essere effettuata in modo che la pressione massima di esercizio consigliata per i suddetti componenti equivalga o sia superiore a quella massima del sistema. Nel sistema, le pressioni pulsante e di picco devono essere inferiori alla pressione massima di esercizio del tubo assemblato.

Le pressioni pulsante e di picco generalmente possono essere determinate grazie ad una strumentazione elettrica sensibile in grado di misurare e indicare i valori di pressione a intervalli di millisecondi. I manometri meccanici indicano solo i valori di pressione media e non sono utilizzabili per determinare la pressione pulsante e di picco.

Test pressione di collaudo

Questo test viene generalmente eseguito su richiesta del cliente in base a un metodo definito dallo standard ISO 1402. Il test deve essere effettuato a temperatura ambiente con un banco prova, utilizzando acqua o altri liquidi equivalenti. Il tubo assemblato deve essere pressurizzato tra 30 e 60 secondi su un valore di pressione doppio rispetto a quello della pressione di esercizio del suddetto componente. Non si devono verificare perdite o cadute di pressione.
Con il tubo assemblato, è necessario fornire al cliente un rapporto completo del test.

Pressione di scoppio

pressione di scoppio

Tutti i tubi descritti in questo catalogo presentano un fattore di pressione di progetto di 4:1, il che implica, tuttavia, che la pressione di scoppio (distruzione del tubo) sia almeno 4 volte inferiore alla pressione di esercizio pubblicata.

I valori della pressione di scoppio illustrati per i tubi valgono solo per i test di produzione – la pressione di scoppio non è mai un valore rilevante per la selezione di un tubo.

Compatibilità dei fluidi

Il tubo assemblato (tubo interno del tubo flessibile, rivestimento esterno del tubo flessibile e relativi raccordi) deve essere chimicamente compatibile con il fluido trasportato dal tubo in questione, così come i supporti che lo costituiscono (la tabella di resistenza chimica contenuta in questo catalogo indica solo la resistenza dei tubi interni al tubo flessibile in base ai fluidi utilizzati).

compatibilita fluidi

Intervallo di temperatura

Per non influire negativamente sulle proprietà dei tubi flessibili in gomma, è importante che la temperatura dei fluidi e dell’ambiente, stabili o variabili, non superino i limiti specificati per i tubi flessibili, così come riportato nel catalogo. Le temperature al di sotto o al di sopra dei limiti consigliati deteriorano il tubo flessibile e possono causare guasti e perdite di fluido.

intervallo di temperatura

Le proprietà meccaniche del tubo flessibile sono influenzate anche dalle basse o alte temperature ed è pertanto necessario considerare tali fattori durante la progettazione del sistema.

Misura del tubo flessibile

La potenza di trasmissione di un fluido pressurizzato varia in base alla pressione e all‘andamento del flusso.
La misura dei componenti deve essere adeguata in modo da ridurre il numero di cadute di pressione ed evitare l’usura causata dalla generazione di calore o da un’eccessiva velocità del fluido.

Parker utilizza il dash size, standard dimensionale riconosciuto a livello internazionale, come misura per i propri tubi. Questa dimensione rappresenta la misura del tubo interno del tubo flessibile – non il diametro della parete esterna.

tubo flessibile

Raggio di curvatura del tubo flessibile

raggio curvatura tubo flessibile

Il raggio di curvatura minimo di un tubo flessibile si riferisce al raggio minimo secondo cui è possibile piegare il tubo operando alla pressione massima di esercizio consentita e riportata su questo documento. Il raggio di curvatura non è la misura nè l’indicatore della flessibilità del tubo. I valori relativi ai raggi di curvatura illustrati nel catalogo sono basati su specifiche internazionali e sono stati attentamente verificati mediante rigorosi collaudi ad impulso effettuati sui tubi assemblati.

Se il tubo viene piegato al di sotto del valore minimo del raggio di curvatura può deformarsi e provocare una perdita di forza meccanica e, quindi, non funzionare correttamente.

È consentita una lunghezza minima di 1,5 volte il diametro esterno del tubo (D) tra il raccordo e il punto di inizio della curvatura.

Dimensione in pollici, mm - DN
raggio curvatura tubo flessibile

Percorso del tubo assemblato

Il percorso di un tubo assemblato è fondamentale per evitare eventuali danni al componente causati dalla relativa estensione, compressione, attorcigliamento o abrasione su spigoli appuntiti e garantisce la massima durata in servizio e un funzionamento in condizioni di sicurezza.

Stoccaggio di tubi e raccordi

Sarebbe opportuno realizzare un sistema di controllo dello stato di invecchiamento del tubo per garantire che questo venga utilizzato prima della scadenza del suo periodo di immagazzinamento, che è il lasso di tempo in cui ragionevolmente ci si aspetta che il tubo mantenga le piene capacità di offrire il servizio a cui è destinato. Il tubo deve essere stoccato in modo tale da facilitare il controllo dello stato di invecchiamento e l’utilizzo del FIFO (First-In, First-Out) basato sulla data di fabbricazione del tubo o del tubo assemblato.
É difficile definire il periodo di vita utile di un tubo in gomma in forma „sciolta“ o di un tubo costituito da due o più materiali (tubo assemblato), poichè numerosi fattori possono influenzarne negativamente l‘idoneità all‘utilizzo.

Nei paesi di lingua tedesca, le "regole" da seguire sono stabilite dalla norma DIN 20066:2002-10, e ad essa fa riferimento l’organizzazione generale delle associazioni commerciali (Berufsgenossenschaft) nell’attuale pubblicazione ZH1/74 dell‘aprile 2005, "regolamentazione di sicurezza per i tubi idraulici assemblati".

Estratto di DIN 20066:2002-10:
Per la produzione di tubi assemblati, il tubo (sciolto) deve avere meno di 4 anni rispetto alla data di fabbricazione dei tubi. La durata in servizio dei tubi assemblati, compreso qualsiasi eventuale periodo di stoccaggio, non deve essere superiore a 6 anni; il periodo di stoccaggio non deve superare 2 di questi 6 anni.

Inoltre, la International Standard Organisation (ISO) ha preparato una bozza di linee guida per l’utilizzo di tubi/tubi assemblati leggermente diversa dalle linee guida tedesche.
La norma ISO/TR 17165-2 afferma che il periodo di immagazzinamento di un tubo sciolto o di un tubo costituito da due o più materiali non deve superare i 40 trimestri (10 anni) dalla data di fabbricazione del tubo, se stoccato in conformità alla norma ISO 2230.
In tutti i casi di stoccaggio dei tubi, se l’ispezione visiva dovesse dar luogo a eventuali dubbi relativi alla funzionalità del tubo stesso (crepe nel rivestimento, ruggine, ecc.), è opportuno effettuare test di pressione prima dell’utilizzo; diversamente il tubo dovrebbe essere scartato. I tubi assemblati dovrebbero sempre essere considerati come componenti significativi per la sicurezza, e pertanto non si dovrebbe correre alcun rischio.

Stoccaggio dei tubi - Procedura consigliata:

  • Stoccare in luogo pulito, fresco e asciutto (= temperatura ambiente)
  • Non esporre alla luce diretta del sole o all’umidità
  • Non stoccare vicino ad apparecchiature elettriche ad elevata potenza
  • Evitare il contatto con sostanze chimiche corrosive
  • Evitare i raggi ultravioletti
  • Evitare il contatto con insetti/roditori
  • Evitare il contatto con materiali radioattivi

Stoccaggio dei raccordi - Procedura consigliata:

  • Oltre ai fattori sopra elencati, è opportuno osservare le seguenti indicazioni per lo stoccaggio dei raccordi per tubi
  • Stoccare i raccordi in contenitori chiusi debitamente contrassegnati, quali gli imballaggi originali Parker
  • È opportuno mettere in pratica un sistema di rotazione delle scorte (FIFO), in modo tale da non superare il periodo di immagazzinamento di 2 anni per i raccordi con O-Ring, poiché questi possono deteriorarsi in seguito alle normali condizioni ambientali, causando possibili perdite o contaminazioni del sistema.

Percorso tubi

Il percorso del tubo assemblato e l’ambiente in cui viene utilizzato influenzano direttamente la durata in servizio del componente. I seguenti diagrammi indicano il corretto percorso dei tubi assemblati che consentiranno di massimizzarne la durata in servizio e di assicurarne un funzionamento in condizioni di sicurezza.

Quando l’installazione del tubo deve avvenire in una direzione rettilinea, è importante verificare che il gioco del tubo sia sufficiente a consentire delle modifiche in lunghezza quando viene applicata una particolare pressione. Quando si trova sotto pressione, un tubo troppo corto può sganciarsi dai relativi raccordi o sollecitare negativamente le connessioni dei raccordi provocando rotture ai giunti di tenuta o ai componenti metallici.

Lunghezza del tubo

La lunghezza del tubo deve essere determinata in modo che il tubo assemblato presenti un gioco sufficiente da consentire ai componenti del sistema di spostarsi o vibrare senza creare tensione sul tubo.

Tuttavia, è necessario adottare estrema cautela per non consentire un gioco eccessivo e quindi provocare il rischio di impigliare il tubo su altre apparecchiature o lo sfregamento su altri componenti.

È necessario evitare stress meccanici del tubo: per tale motivo in fase, di installazione, questo non deve essere piegato oltre il relativo raggio minimo di curvatura nè attorcigliato.

I raggi minimi di curvatura di ciascun tubo flessibile sono riportati nella relativa tabella all’interno di questo catalogo.

In base alle proprie esigenze, è necessario considerare anche il piano di movimento e il percorso del tubo.
Il percorso del tubo è fondamentale anche per la selezione dei raccordi, i quali, se scelti correttamente, sono in grado di evitare sollecitazioni negative sul tubo, riducendone la lunghezza e i giunti filettati multipli.

Corretto serraggio del tubo

Un serraggio corretto (blocco/supporto) del tubo è fondamentale per direzionare in maniera appropriata il tubo e per evitare che questo entri in contatto con superfici che potrebbero danneggiarlo. Tuttavia, è importante che il tubo preservi le relative funzionalità di "tubo flessibile" e non sia limitato nell’estensione quando si trova sotto pressione.

Notare anche che i tubi flessibili per applicazioni a bassa e ad alta pressione non devono essere installati in modo incrociato o fissati insieme, poiché la differenza delle rispettive lunghezze può provocare danni di usura al rivestimento dei tubi.
Non piegare il tubo su più di un piano. Se il tubo segue una curva composta, è necessario accoppiarlo in segmenti separati o fissarlo in segmenti che possano flettersi ciascuno su un piano.

I tubi devono essere installati a distanza corretta da componenti ad alta temperatura poiché tale fattore riduce la durata in servizio del tubo.
Può essere necessario implementare un sistema di isolamento protettivo in ambienti ove la temperatura raggiunge valori particolarmente elevati.

Anche se l’importanza relativa al funzionamento del tubo è un fattore critico nella sua produzione, è necessario prendere in considerazione anche il lato estetico e pratico del design.
Dal momento che gli impianti richiedono interventi di manutenzione regolari, in fase di progettazione del tubo, sarebbe meglio evitare percorsi troppo complessi o ricercati.

Influenze abrasive

Come precauzione generale, è importante non posizionare direttamente il tubo flessibile su superfici che possano causare danni di usura o abrasione al rivestimento esterno (contatto tubo su tubo o tubo su oggetto).
Se, tuttavia, l’applicazione è tale da non poter evitare questo tipo di installazione, è necessario utilizzare un rivestimento o una guaina protettiva ad alta resistenza.

I rivestimenti Parker TOUGH COVER (TC) o SUPER TOUGH (ST) offrono una resistenza all'abrasione rispettivamente 80 1000 volte superiore ai rivestimenti in gomma standard.

Fattori di sicurezza

Al fine di garantire adeguati margini di sicurezza utilizzando tubi flessibili, è opportuno scegliere il tipo di prodotto calcolando il rapporto tra pressione minima di scoppio e pressione massima di esercizio in relazione al tipo di fluido che dovrà passare all'interno della condotta. La tabella seguente è tratta dallanormativa ISO 7751 (International Standard).

N. Tipo di utilizzo Rapporto tra pressione di prova e pressione massima d'esercizio Rapporto tra pressione minima di scoppio e pressione massima d'esercizio
1 Acqua con pressione massima
d'esercizio fino a 10 bar
1,5 3,0
2 Alti liquidi, sostanze solide sospese
in liquidi o aria con pressione
massima di esercizio superiore a 10 bar
2,0 4,0
3 Aria compressa e altri gas 2,0 4,0
4 Liquidi allo stato gassoso quando soggetti ad una diminuzione di pressione 2,0 5,0
5 Vapore 5,0 10,0
6 Acqua ad altissima pressione 1,5 2,5

IMPORTANTE

I tubi flessibili idraulici possono lavorare a delle pressioni talmente elevate da essere considerati altamente pericolosi. La parte più soggetta ad una rottura è il punto di connessione del raccordo con il tubo.
Per questo si consiglia di impiegare sempre tubi e raccordi Hiflex.

I nostri prodotti sono stati studiati, progettati e sviluppati per essere utilizzati insieme. Usando tubi e raccordi originali e seguendo le tabelle tecniche di assemblaggio, si possono ottenere risultati conformi alle normative richieste, raggiungendo una totale sicurezza sul tubo flessibile assemblato. La vita di un tubo flessibile assemblato risulterà superiore se, oltre a questi accorgimenti, seguirà un corretto programma di manutenzione.

Queste indicazioni sono essenziali per garantire una perfetta funzionalità del prodotto assemblato. Non seguirle potrebbe causare la rottura del flessibile assemblato, con il rischio di causare danni a persone o a cose.

Situazioni di elevato pericolo

Nel montare un tubo flessibile assemblato, è importante verificare i rischi che potrebbe comportare una scelta errata del tubo o del raccordo, di un suo uso improprio o i pericoli che potrebbero derivare da un eventuale guasto. Le conseguenze di queste scelte errate potrebbero causare infortuni, gravi danni o incidenti mortali, nel caso di:

  • Perdita ad alta pressione del fluido trasportato.
  • Distaccamento del raccordo.
  • Tossicità, ustioni o qualsiasi altra situazione di pericolo causate dalla perdita del fluido trasportato.
  • Pericolosi colpi di frusta del flessibile.
  • Incendio o esplosione del fluido trasportato.
  • Scintille o esplosioni causate da una concentrazione di elettricità statica.
  • Scintille o esplosioni causate da un utilizzo di liquidi o sostanze altamente infiammabili.
  • Contatto del flessibile con oggetti spostati dalla loro normale posizione nell’impianto o mossi dal passaggio del fluido nel flessibile.
  • Contatti di corrente su linee per l’alta tensione o altre fonti di corrente.

Sostituzione immediata di un flessibile assemblato

Nel caso in cui si verifichi anche solo una delle seguenti condizioni, è opportuno sostituire il tubo flessibile assemblato:

  • Il raccordo risulta corroso, crepato o visibilmente danneggiato.
  • Il raccordo si è spostato dalla posizione ottimale.
  • Situazioni di perdite del fluido trasportato
  • Situazioni in cui la copertura risulta distaccata, usurata, ammorbidita o si noti la presenza di bolle.
  • Il tubo risulta in torsione, schiacciato o in una qualsiasi altra situazione di non normalità.
  • Esposizione del rinforzo del tubo causata da abrasioni, tagli o altri danni.
  • Danni dovuti al calore con conseguenze di indurimento del tubo, presenza di crepe o bruciature.

Normogramma della portata

Il presente normogramma è necessario per poter trovare la misura de tubo conoscendo la portata e la velocità.
Per poterla calcolare è necessario congiungere con una linea il valore della portata (l/min) e la velocità consigliati (m/sec) in base al tipo di mandata (pressione o ritorno). Il valore indicato dal punto in cui questa linea intersecherà la colonna centrale, evidenzierà la misura interna del tubo (mm/pollici) da utilizzare.

Misurazione delle filettature

Con un calibro misurare il massimo diametro della filettatura
Diametro esterno (O.D.) per le filettature maschio
Diametro interno (I.D.) per le filettature femmina

Con un contafiletti determinare il numero di filetti per pollice. Porsi in controluce per una misurazione pi accurata.

Misurazione degli angoli di conicità

Determinare gli angoli di conicitˆ utilizzando l'apposito calibro, come illustrato.
Piazzare il calibro sul cono del raccordo e verificare l'allineamento con l'asse del raccordo.
Confrontare il risultato della misurazione con i valori della tabella qui sopra.

NOTA: In caso di non esatta corrispondenza dei filetti c'è rischio di grippaggio.
NON tentare di assemblare insieme due filetti differerenti.
È disponibile un kit comprendente tabelle di riferimento, calibro a corsoio, calibri per conicitˆ e contafiletti. Riferimento per l'ordine: 7369-04318.

OTTIENI ASSISTENZA

Iscriviti alla newsletter

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità?

ISCRIVITI